Trofeo Dicearchia

18/04/2017 Ecodicaserta

18/04/2017 Goldwebtv

18/04/2017 BelvedereNews

18/04/2017 CancelloedArnoneNews

19/04/2017 Sportcasertano

Sì è svolto a Monterusciello (NA) il primo Trofeo Dicearchia, antico nome greco della città di Pozzuoli, di
Taekwondo. Il trofeo, dedicato alle forme, ha visto la partecipazione di quasi 500 atleti dai 4 ai 50 anni
provenienti da tutta la Campania e dalle regioni limitrofe, e di oltre 40 società. Da Caserta, la squadra del
Maestro Fusco si è presentata con 42 atleti di ogni età e grado, conquistando ben 33 medaglie di cui 11 d’oro.
Dopo sole 2 settimane dai campionati italiani combattimento a Pesaro gli atleti del Taekwondo Caserta hanno
voluto cimentarsi in quest’altra disciplina, altrettanto bella e affascinante. E i risultati infatti non hanno smentito
ciò che già da tempo è chiaro ed evidente: la completezza e la versatilità di questi atleti che riescono a passare
da un tipo di competizione ad un altro senza apparenti difficoltà. Il torneo iniziava con i più piccoli e la squadra
casertana della Palestra UniCa subito si accaparrava un bronzo con l’unico rappresentante della categoria novizi
(4-5 anni): il piccolo Bruno Boschi. Si proseguiva con gli esordienti (6-9 anni) in cui gli 11 baby atleti si
aggiudicavano 2 ori con Giuliana Avelli e Alessandro Simone, e 4 bronzi con Maria Teresa Esposito (da soli 2
mesi in palestra), Vincenzo Sinagoga, Alessandro Iacente e Gaia Pennetti. Da segnalare le prestazioni di
Giuliana e Gaia, che nella stessa batteria hanno sbaragliato oltre 15 avversarie per aggiudicarsi la prima e la
terza piazza. Nei cadetti (10-14 anni) il bottino era ancora più pingue: su 14 partecipanti, 11 salivano sul podio
aggiudicandosi un oro con Alida Costa, nonostante fosse costretta all’ultimo momento a cambiare forma per non
gareggiare da sola, e uno con Chiara Guido. A loro si aggiungevano le 4 medaglie d’argento di Matteo Momile,
Gianmaria Cenname, Morgan Milone e Simone Rossi, gli ultimi due sicuramente meritevoli di qualcosa in più.
Le medaglie di bronzo andavano a Francesco Carangio, Michele Jr Esposito, nonostante gareggiasse in una
categoria maggiore perché altrimenti anche lui solo, Massimo Boiano, Renato Locascia e Luigi Momile. In
virtù di tali risultati il team Taekwondo Caserta si piazzava al terzo posto per società nella classifica generale
cadetti. I 4 atleti junior (15-17 anni) facevano invece en plein portandosi a casa un oro con Leila Boscaino che
nonostante un’incertezza per la quale doveva ripetere la prova vinceva a mani basse, 2 argenti con Pasquale Di
Micco atleta votato al combattimento e Vincenzo Fiorillo, forse troppo penalizzato, e un bronzo con Martina
Heluani reduce dal bronzo agli italiani combattimento di Pesaro. En plein eguagliato e addirittura migliorato
dalla categoria Senior (18-40 anni) che si aggiudicavano 5 ori con Marco D’Aniello, Abou Traore, ivoriano da
quest’anno in forza al club casertano, Riccardo Zimmermann nella categoria ParaTaekwondo di cui è già
campione italiano in carica e convocato proprio in questi giorni al raduno nazionale, Roberta Desiderio e Andrea
Bernardo. Una medaglia d’argento per Teresa Di Giovanni vittima di una svista arbitrale alquanto grossolana che
non le consente di ottenere un meritatissimo primo posto. Le medaglie di bronzo erano di Baassirou Mboup,
Senegalese residente a Caserta e da pochi mesi nella squadra, anche lui cambiava all’ultimo minuto la forma
perché altrimenti solo, Francesco Lieto meritevole pure lui di qualcosa di più e Giovanni Ferraiuolo da tempo
assente daí campi di gara, ma che ha voluto ritrovare l’emozione di calpestare il tappeto. Risultati questi che
permettono ai casertani di salire sul secondo gradino del podio come società. Infine nella categoria Master (oltre
40 anni) si distinguevano positivamente Piero Lino e Marcantonio Zito, rispettivamente medaglia d’oro e
d’argento in categoria, anche loro da poche settimane in palestra ad allenarsi, approcciatisi alla gara con un
entusiasmo e una voglia senza pari. Non vanno però dimenticati gli altri atleti che hanno dato battaglia restando
fuori dalla zona medaglia per pochi centesimi di punto. Un grosso bravo vá pertanto a Michele Ferraiuolo,
Giovanni Duranti, Adriano Mazzone, Sofia Nichilò, Ernesto Visone, Andrea Albanese, Raffaele Bocchetti e
Alessio Tornese. Per loro la consapevolezza di non essere inferiori a nessuno e la promessa che alla prossima
occasione saliranno su quel podio. Intanto la squadra è già tornata ad allenarsi nella sua sede di viale Gallicola
all’interno dello Stadio del Nuoto (Palestra UniCa), per prepararsi ai prossimi eventi che la vedranno
protagonista già subito dopo Pasqua