Campionato Interregionale Abruzzo 2015

20/11/2015 Il Mattino di Caserta

20/11/2015 casertafocus.net

19/11/2015 l’eco di caserta

Il campionato interregionale d’Abruzzo di Taekwondo, specialità combattimento ha visto la partecipazione di circa 800 atleti di tutte le età provenienti da ogni parte d’Italia, in un weekend che ha regalato tante emozioni ai numerosi spettatori che hanno riempito il palazzetto dello sport di Celano (AQ). Tra le oltre 50 squadre che hanno dato vita a questa importante kermesse, non poteva mancare la squadra casertana del Maestro Fusco che con 24 atleti partecipanti ha portato a casa un bottino di tutto rispetto: 4 medaglie d’oro, 6 d’argento e 9 di bronzo, con solo 5 ragazzi non saliti sul podio più per sfortuna che per demerito. La prima giornata dedicata agli esordienti (6-9 anni) e ai cadetti B (10-11 anni) regalava il primo oro della sua carriera a Michele Jr. Esposito che vedeva così premiata la sua costanza e caparbietà nel raggiungere il risultato agognato. Michele superava con l’esperienza di un veterano i suoi avversari in semifinale e finale e saliva finalmente e meritatamente sul gradino più alto del podio. Il secondo oro veniva dalla solita Alida Costa, la quale pur di combattere si dichiarava disposta a salire di 2 categorie di peso e dimostrava alla malcapitata avversaria in finale che per lei la categoria non è importante, aggiudicandosi il 9° oro della sua ancora breve ma già luminosa carriera con ampissimo margine. Argento per Andrea Albanese che vince i quarti e poi la semifinale contro il suo compagno di squadra Salvo Scrima, ma non riesce in finale a ripetere le sue precedenti performance. Secondo argento della giornata per Laura Guida, tornata da un mese ad allenarsi dopo quasi un anno di stop che stupisce tutti in semifinale con un risultato altisonante: 27-1. Poi però in finale non entra concentrato e si deve accontentare del secondo posto. Ultimo argento della giornata è di Vitalina Kucher che, nonostante disputi una finale molto accorta e intelligente, si trova contro una atleta più esperta contro cui non riesce ad avere la meglio. Le medaglie di bronzo sono dei piccoli Luca Rossi, che trova di nuovo sulla sua strada in semifinale il campione italiano in carica e vincitore poi della categoria, contro cui disputa un buon incontro, ma non sufficiente a passare in finale; e Ernesto Visone che passa i quarti per 4-2 ma si ferma al bronzo in semifinale. Bronzo per Salvatore Scrima, che dopo aver vinto ai quarti – come già detto – incontra in semifinale il suo compagno Andrea contro il quale non riesce ad avere la meglio. Terzo classificato Gianmaria Cenname che supera i quarti con grande facilità, ma deve arrendersi ad un bravo atleta di Terracina in semifinale; terzo posto anche per Luigi Mormile che passa i quarti al golden point dopo aver chiuso il match sul 2-2, ma nulla può in semifinale contro un avversario più esperto. La seconda giornata dedicata ai cadetti A (12-14 anni) e agli junior (15-17 anni) si apre subito con un bel primo posto di Mirko Dresia, che dopo aver sofferto al primo incontro, vinto al golden point con un calcio al viso, chiude senza problemi le “pratiche” semifinale e finale conquistando un meritatissimo oro. Molto buono anche l’argento di Chiara Guido che incontra in semifinale un’atleta più alta e agile di lei, ma senza perdersi d’animo e con grande tenacia riesce a batterla 12-8. Purtroppo non si ripete in finale, perché stordita da un calcio al viso preso inaspettatamente, deve abbandonare il match. La categoria cadetti A si chiudeva con il 3° posto di Aurora Lino, ancora poco cosciente delle sue qualità, che batteva facilmente per 13-4 l’avversaria ai quarti, ma poi contro la campionessa italiana si bloccava perdendo l’incontro di 5 punti. Infine Martina Heluani che in semifinale incontrava subito una delle più forti atlete della categoria in Italia e alla quale dava molti grattacapi, soprattutto quando decideva di contrattaccare con il suo spettacolare calcio in volo. Pur avendola colpita per ben 3 volte, gliene veniva assegnato solo uno e si fermava al bronzo perdendo 13-7. Negli junior era fantastica la finale tutta casertana tra Marco D’Aniello e Nicola Dresia, che dopo aver sconfitto in semifinale 2 fortissimi avversari si ritrovavano contro per darsi battaglia. Il risultato per la cronaca era a favore di Marco, ma in realtà vincevano entrambi dando un grande esempio di sportività e di amicizia, abbracciandosi a fine incontro e complimentandosi l’un l’altro. Il secondo argento junior andava a Roberta Desiderio che disputava una semifinale strepitosa stravincendo 18-3, ma non si ripeteva in finale contro un’avversaria certamente alla sua portata. Le ultime due medaglie della giornata erano di bronzo e andavano a Erica Saccone che non riusciva a trovare le distanze contro una ragazza comunque più esperta, e a Pasquale Di Micco, che dopo aver vinto 2 incontri dando spettacolo con tecniche volanti si fermava dopo pochi secondi dall’inizio della semifinale per un infortunio al piede, già malandato, quando si era ancora sullo 0-0. Il suo avversario poi vincerà la categoria. Un risultato questo della squadra del Taekwondo Caserta che premia il lavoro fatto giorno per giorno da questi piccoli grandi atleti, che sono subito tornati al lavoro nella loro nuova sede presso lo stadio del nuoto – palestra UniCa, ndr – per prepararsi alle prossime competizioni che culmineranno nei campionati italiani di Riccione a dicembre.