1° Trofeo Baby Fighters

05/05/2015 sportcasertano

06/05/2015 eco di Caserta

06/05/2014 Gazzetta di Caserta e Roma di Caserta

300 atleti, 40 società, e tanto divertimento sono stati i protagonisti di una giornata fantastica al Palavignola di Caserta in occasione del 1° trofeo Baby Fighters, torneo di Taekwondo organizzato magistralmente dall’ASD TAEKWONDO CASERTA del Maestro Nicola Fusco coadiuvato da una intraprendente Ester Sole, tecnico presso le sedi distaccate di Camigliano e Arienzo, e da una nutrita schiera di atleti junior e senior che si sono cimentati nel ruolo di staff della manifestazione svolgendo le mansioni più svariate, a cominciare dall’operatore ai PC, per continuare con il supporto agli arbitri e al servizio d’ordine. Nonostante il grande numero di partecipanti e i tanti accompagnatori che hanno riempito i 1000 posti del palazzetto di Caserta, la gara si è svolta senza interruzioni e con grande divertimento dei piccoli atleti. Il motto “nessuno perde, tutti si divertono” è stato ampiamente recepito da partecipanti, pubblico e maestri che hanno visto la delusione di chi magari veniva battuto al primo incontro, trasformarsi in sorriso quando al termine del combattimento veniva avvicinato dallo staff che lo premiava con una medaglia e un diploma con la scritta “solo per aver partecipato per noi hai già vinto”. Una gara che ha visto anche l’esordio per molti nuovi arbitri chiamati a “farsi le ossa” in un torneo che aveva i bambini protagonisti. I 4 campi di gara, la presentazione del torneo con lo schieramento delle squadre nel campo, l’inno di Mameli cantato dai bambini, l’intervento delle autorità, il clima di festa percepito da tutti hanno fatto sì che più che una gara sembrava essere un grande raduno di tanti amici, che poi non hanno esitato a darsi battaglia sul quadrato, uscendone sempre col sorriso. Oltre all’organizzazione dell’evento la squadra casertana ha partecipato con i suoi piccoli campioni ottenendo 3 primi posti, un secondo e 3 medaglie di bronzo. Il primo oro è stato di Francesco Carangio, che si batteva come un leone in tutti i 4 incontri, rischiando solo contro il forte coetaneo pugliese che riusciva a battere in semifinale al golden point dopo che i 3 round si erano chiusi in pareggio. La finale poi era solo una consacrazione di un ragazzino di 8 anni che combatte con l’intelligenza di un campione consumato. Oro anche per Lillo Sula, il piccolo atleta della sede distaccata di Camigliano sorprendeva tutti con la sua grinta e determinazione e superava tutti gli incontri con estrema scioltezza comquistando la sua prima medaglia d’oro. Ultimo oro era di Alida Costa che si aggiudicava la finale per abbandono dell’avversariaLa medaglia d’argento viene da Simona Menditto della sede di Arienzo, che dopo aver vinto in semifinale si infortuna all’inizio della finale, per una leggera distorsione e non riesce più a continuare. Le medaglie di bronzo venivano da Alfredo Villa che dopo aver vinto i primi incontri sfiorava l’accesso in finale perdendo 6-5 la semifinale. Il miniatleta della sede distaccata di Santa Maria CV Light Fitness, pur essendo in svantaggio 1-5 alla fine del 2° round si batteva come un leone cercando la rimonta che purtroppo non avveniva completamente per mancanza di tempo. Gli altri bronzi sono di Sara Della Marca e di Dylan Martorano rispettivamente delle sedi distaccate di Arienzo e Camigliano. Entrambi perdono le semifinali e si fermano sul terzo gradino del podio. “Una gran bella esperienza” – commenta il  Maestro Fusco – “sia dal punto di vista organizzativo che da quello puramente sportivo e competitivo. Abbiamo fatto in modo che tutti i bambini combattessero senza lo stress della vittoria e la delusione della sconfitta. Abbiamo soprattutto voluto che fosse una festa per loro e che tornando a casa ricordassero solo il bello di questa esperienza: la vittoria o la sconfitta non contano, sono state solo un contorno di una fantastica  giornata di sport. “